Val di Comino

CASALVIERI

Municipio

Sindaco: Franco Dario Moscone

Via Guglielmo Marconi - 03034 CASALVIERI (FR)

Tel. (+39)0776 639327- Fax (+39)0776 639015

C.F. 82000630606

Sito: www.comune.casalvieri.fr.it

Frazioni: Calone, Canalara, Caronte, Casino Iacobelli, Castellone, Catallo, Checle, Chierica-Iacuccio, Ciampiello, Colle Mosca, Collefosse, Conte, Fallena-Tiscio, Frittata, Grotte dell'Acqua, Iacovelli-Canala, Maola, Marchetta I, Marrocco, Mole, Mole Nuove, Morina, Olive, Plauto, Purgatorio, Roselli, San Leonardo, San Pietro, Scioca, Serravoglia, Sorelle, Togna, Valloni, Vitello, Zagarino
Altitudine 380 mt. s.l.m. Superficie 2709 (Ha.) Abitanti 3219 ca Densità 116 ab/Kmq Patrono Sant'Onorio Giorno festivo ultima domenica di maggio Cod. catastale B919Cod. ISTAT 060018 Latitudine 41° 37' 58.44" N Longitudine 13° 42' 53.28" E Autostrade (A1-Pontecorvo) 23 Km Ferrovia Roccasecca 18 Km

Da vedere

  • Chiesa di Santa Maria delle Rose loc. Roselli
  • Collegiata di SS. Giovanni Battista ed Evangelista
  • Ponte Romano dul Melfa e resti di strada romana
  •   loc. Casal delle Mole
  • Scavi di Pescarola (IV sec. a.C.)
  • Strada panoramica "Tracciolino"
  • Tomba Romana loc. Valloni

Eventi

  • Festa Patronale (ultima domenica di Maggio)
  • Estate casalvierana (Agosto)
  • "Rientro al Centro Storico" con mostra di artigianato (Agosto)

Come arrivare

In auto:

  • Autostrada A1 - Provenienti da Napoli - uscita CASSINO
  • Autostrada A1 - Provenienti da Roma - uscita FERENTINO o FROSINONE
  • Autostrada A24 - uscita Avezzano

In treno:

  • Stazione di Frosinone, poi autobus COTRAL per Sora Stazione di Cassino, poi autobus COTRAL per Atina

In aereo:

  • fino a Napoli Capodichino
  • fino a Roma Fiumicino
  • fino a Roma Ciampino

Un po' di storia

Il nome di questo angolo di paradiso risale alla città di Cominium, di cui Tito Livio narra la distruzione nel 293 a.C, durante la terza guerra sannitica, che opposero per lungo tempo i Romani ai Sanniti (Livio, X, 39). Anche se in nessuna epigrafe di epoca romana rinvenuta nella zona appare il nome della città, nel Medioevo l'intera valle era già denominata Comino nei documenti, e con questo nome è presente negli scritti di Flavio Biondo e Leandro Alberti.

Continua »